Parole

LA GAZZETTA DELLO SPORT

Come sapete già il 30 aprile con tutta la redazione del blog abbiamo visitato la sede de “La
Gazzetta dello sport” per capire come funziona una redazione giornalistica.

Appena arrivati, siamo stato accolti da Luca, uno dei segretari della Gazzetta, che ci ha
accompagnati durante tutta la visita.
Per cominciare Luca ci ha mostrato un video introduttivo sul funzionamento e la storia del giornale,
spiegati dal direttore Andrea Monti.

GIORNATA TIPO ALLA GAZZETTA
Ore 11:30: prima riunione per riflettere sul giornale uscito il giorno prima e sulle notizie riportate dalle altre testate,non può esistere una redazione senza confronti
Ore 14:00: ogni settore va a caccia di notizie, quelle più importanti finiscono sulla gazzetta, alcune
altre vengono inserite sul sito.
“Un giornale non dorme mai.” spiega il direttore “Non parliamo di sport ma di gente che fa sport”.
Questo perché è in continuo cambiamento e ogni settore è essenziale per la produzione del
quotidiano.
La sera si istituisce un’altra riunione per stabilire la prima pagina e il titolo. Questa può comunque
cambiare fino a mezzanotte, nel caso arrivassero notizie “bomba” improvvise. La notizia passa
dalla correzione degli errori, dopodiché è pronta. Per alcuni la giornata è finita, altri lavorano
invece fino all’una e mezza o addirittura alle due.

LA REDAZIONE
La redazione è composta da 5 sezioni. La prima è quella del calcio, la seconda è quella delle
opinioni dei giornalisti e degli sportivi professionisti, la terza si occupa degli sport “di nicchia” come
basket, tennis o ciclismo, la quarta si occupa degli ATM, ossia Altri Mondi, cioè le notizie non solo
sportive ma generali. In fine ci sono gli infografici, ossia coloro che si occupano dell’impaginazione.
Per le foto si affidano spesso a fotografi freelance, ossia fotografi che non lavorano per un’azienda
ma vendono le loro foto a testate giornalistiche.

Questa esperienza ci ha aiutato molto perché ci ha fatto capire che una redazione deve avere la collaborazione di tutti e che ciascuno deve metterci del suo confrontandosi anche con gli altri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...