Parole · Portatori di memoria

Una scelta di vita

Alfredo Coccia, portatore di memoria

Mia nonna è nata a Genova, il 23 marzo del 1935. La memoria che voglio raccontare inizia quando a 15 anni visitò il centro  Don Orione a Genova . Era istituto creato per i bambini orfani o  abbandonati dalla famiglia. Quello che vide  la colpì profondamente. C’erano bambini chiusi in gabbie o costretti e legati  nel letto. Bambini malati non solo nel corpo ma anche nella mente.  Urla e tanto dolore. Si ricorda ancora di una bambina, a distanza di tantissimi anni.

Passano gli anni e ci catapultiamo nel 1968, durante i movimenti studenteschi, lei si trovava  a Parigi per studiare psicologia nell’età infantile. Quella Bambina del Don Orione l’aveva spinta fino all’università. A Parigi si discuteva molto dei manicomi, di istituti chiusi dove la  “pazzia” o malattia mentale era da isolare, recludere e nascondere. Mia nonna si avvicinò con convinzione al movimento della psichiatria che sosteneva la chiusura dei manicomi e di impostare un nuovo modo di lavorare con i pazienti malati di mente. I pazienti non erano oggetti da costringere o aggiustare con farmaci, ma persone da ascoltare, capire e non da nascondere. Da Parigi si spostò a Trieste, li incontrò Franco Basaglia. Iniziò a fare volontariato nell’ospedale psichiatrico di Trieste, si occupava dei laboratori di disegno e arte con i ragazzi e adulti della clinica. Ha sempre definito le persone “diverse” , non diverse ma “gioielli da scoprire”.  Da tutte queste esperienze, ha deciso di  dedicarsi al settore della psicologia e ancora oggi, a 85 anni, ci lavora ancora.

Il suo approccio testardo e determinato, convinto che la generalizzazione sia un grande difetto, la guida oltre che sul lavoro anche nei viaggi che fa sull’Himalaya per  aiutare le bambine nepalesi e tibetane, escluse dalle scuole,  sempre alla ricerca di “gioielli da scoprire”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...