I nostri racconti

Il grande drago

di Simone Zambiasi

All’inizio dei tempi, in una foresta incantata, viveva una civiltà di gnomi.
Gli gnomi adoravano lavare i loro cappelli a punta e abbracciare i propri amici con i loro piccoli corpicini alti non più di una spanna, dai dieci ai quindici cm.
Un giorno nella foresta arrivò un grande drago che inceneriva ogni cosa che incontrava. Il drago era grande come cinque uomini, e non serve nemmeno dire che mise a ferro e fuoco il piccolo paesino. Il drago odiava tutto e, dopo aver incenerito la contea gnomica, calpestò una famigliola di gnomi. Solo l’eroe di guerra Gnomon Minuton riuscì a salvarsi da quel colossale (eemmh…) piede. Da quel momento gli gnomi giurarono vendetta contro quel drago. Lo seguirono in lungo e in largo, lo ferirono in ogni modo possibile, ma l’unica cosa che ottenevano erano perdite e ancora perdite; gli gnomi stavano perdendo la pazienza, e magari anche la sensibilità morale.

Passarono anni, secoli e millenni, quando, trovata la tana del drago, incominciarono la battaglia definitiva. Poiché la loro popolazione era stata decimata tante volte, si portarono in aiuto i folletti, che da acerrimi nemici del passato si trasformarono in alleati: creature anch’esse minute, ma dalla pelle verde, amanti degli scherzi e delle trappole.

‘‘Siete tutti pronti?’’ chiese Gnomon Minuton.
‘‘Sì, lo siamo!’’ urlarono gli eserciti.
‘‘Quando dirò ALL’ATTACCOOO voi andate all’attacco, ok?’’
‘‘Ok’’
‘‘ALL’ATTACCOOO!!!’’

Dopo di che partirono, per l’appunto, all’attacco.

I folletti avevano riempito il campo di battaglia di trappole anti-minuti per essere avvantaggiati: come trappole anti-uomo, ma per gli gnomi, solo che adesso gli gnomi erano loro alleati, e le trappole erano state adattate per funzionare contro il drago… e, in un modo del tutto inaspettato, funzionarono! Non si sa il motivo ma funzionarono e bloccarono il drago, svenuto dalle risate causate da quelle trappole che gli facevano il solletico e lo immobilizzavano.

Il drago si svegliò poco prima che Gnomon Minuton lo infilzasse con una spada magica elfica fatta su misura. Il drago si alzò in volo e si buttò nel lago di lava con ancora Gnomon su di lui. Non si seppe più nulla di nessuno dei due.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...