I nostri racconti

Io sono EnergyMan

di Andrea Papotti 

Il mio nome è Travis, sono un ragazzo di 19 anni, frequento la Fox Canion e vado in quinta superiore.  Non sono un tipo sportivo: la mia passione è la scienza, lo studio dell’energia, il mio sogno è quello  di trovare una fonte di energia infinita che consenta lo sviluppo dell’uomo senza danneggiare  l’ambiente, per questo mi sono proposto come volontario nei laboratori di Energy for Future. 

La mia vi può sembrare da questa descrizione una vita senza avventura, ma alcuni mesi fa mi è  successa una cosa straordinaria che vi voglio raccontare. 

Il 20 gennaio sembrava un giorno come gli altri, anche se in laboratorio erano tutti eccitati per la fase  finale di un importante esperimento che doveva imprigionare l’energia di un’esplosione al plasma e  renderla infinita.  

Molti scienziati e ricercatori verificavano ogni passaggio dell’esperimento mentre io rimanevo in  disparte, ero solo uno spettatore fortunato di quella che poteva essere la più grande scoperta mai fatta. Ricordo solo che improvvisamente ho sentito un rumore di vetri rotti, tutto intorno a me ha iniziato a  tremare, una luce abbagliante mi ha accecato e sono svenuto. 

Quando ho riaperto gli occhi, dopo alcuni giorni, ero in un letto di ospedale, ma non sentivo dolore e  non capivo cosa stesse succedendo.  

La prima persona che ho visto è stata la mia fidanzata Addison: appena si è accorta che ero sveglio  mi ha abbracciato e subito dopo mi ha raccontato che tutto era stato distrutto da una grande esplosione  ma, incredibilmente, io mi ero salvato senza ferite né ossa rotte. Non potevo credere che tutto quel  grande lavoro fosse andato distrutto e che tante persone avessero perso la vita.  

Dopo la grande esplosione anche il mio sogno di trovare un’energia infinita era diventato difficile da  realizzare perché tutti gli esperimenti erano stati bloccati e avevo paura di doverci rinunciare per  sempre. Fortunatamente stavo bene e avevo vicino Addison che con il suo sorriso dolce era sempre  capace di farmi stare bene. 

Le settimane seguenti erano state difficili, i giornalisti volevano intervistarmi e tutti si chiedevano  come fossi riuscito a sopravvivere senza un graffio. Io non avevo risposte e mi nascondevo tra scuola  e casa. Il giorno di San Valentino però volevo fare un regalo speciale a Addison e avevo prenotato  un tavolo per noi nel suo ristorante preferito. 

Era stata una cena davvero speciale e stavamo rientrando verso la mia macchina, quando davanti a  noi si fermò un uomo alto con il volto nascosto e uno sguardo malvagio. 

“Dove pensate di andare?” disse con voce decisa “da qui non si passa senza pagare!”. Avevamo capito che non era un parcheggiatore, ma piuttosto un ladro. Addison stava tremando di  paura e io ho risposto spaventato: “Ti diamo quello che abbiamo… ma lasciaci andare via…”. Ma non voleva solo i nostri soldi e il suo sguardo era minaccioso, aveva in mano un grosso coltello  e improvvisamente si è gettato verso di noi cercando di ferirci.  

Non sono mai stato un ragazzo molto forte, ma in quel momento volevo difendere me e Addison e  ho allungato un braccio per colpire quell’uomo. Sembrava una mossa disperata ma ho visto il mio  pugno toccare il suo viso e lui volare lontano come se fosse stato colpito da Capitan America.  Sembrava che un’energia potentissima fosse nelle mie mani, e capace di liberarsi in un tocco.  

Questo è l’inizio della mia storia straordinaria, dopo quella notte io e Addison abbiamo cercato di  capire quello che era successo e, nascosti nel mio garage, abbiamo iniziato a fare nuovi esperimenti. Con l’esplosione del laboratorio è come se il mio corpo avesse assorbito l’energia e ora fosse capace  di scaricarla attraverso le mani. Ora devo solo capire come usare al meglio questo dono per realizzare  il mio sogno e nel frattempo ho trovato una nuova missione: voglio usare la mia forza per difendere  chi è in difficoltà proprio come un supereroe.  

Chiamatemi EnergyMan.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...